Alla "Fiera di Varese"

 

L’edizione  2012  della  “Fiera di Varese",   atteso    appuntamento   che  ogni  anno   in   autunno  si  svolge  in   località Schiranna, in riva al lago, ha interessato questa volta anche il Gruppo Speleologico Prealpino, che ha ottenuto uno spazio nel padiglione destinato agli Enti e alle Associazioni operanti nell’ambito del Comune di Varese e della provincia.

La manifestazione, svoltasi dal 5 al 14 ottobre, ha consentito al sodalizio di illustrare le proprie molteplici attività al numeroso pubblico intervenuto, gli scopi perseguiti e l’importanza della speleologia intesa soprattutto come strumento scientifico e specialistico nella conoscenza e tutela delle aree carsiche e dei fenomeni ipogei in esse presenti, riscuotendo in tal senso lusinghieri apprezzamenti da parte di molta gente.

Sono state davvero tantissime le persone che si sono soffermate incuriosite ed affascinate dalle belle e suggestive immagini esposte, motivo per incontrare gli speleologi presenti allo stand e porre loro domande ed interrogativi riguardanti in particolare le grotte presenti nel territorio del varesotto, i fenomeni naturali che hanno portato alla loro formazione, le loro caratteristiche, le modalità di esplorazione e, non ultima, la possibilità di visitare alcuni di questi ambienti sotterranei. 

In tal senso sono state raccolte centinaia di richieste per partecipare a visite guidate in grotte facilmente percorribili, alcune delle quali da parte di insegnanti interessati ai programmi didattici ideati dal GSP appositamente per le scuole.

Nel  corso  della manifestazione  è  stata altresì pubblicizzata l’apertura ufficiale, nella giornata di domenica 4 novembre 2012, del 2° rifugio antiaereo di Varese ubicato sotto la collina di Biumo inferiore; anche in questo caso sono stati distribuiti al pubblico oltre 1500 volantini che annunciavano l’interessante evento, reso possibile solo grazie alla fattiva collaborazione che si è instaurata tra l’Amministrazione Comunale varesina e il Gruppo Speleologico Prealpino a vantaggio della cittadinanza.